Chi sono

Ha scritto i testi e sceneggiatura, e ha curato la regia di un lavoro teatrale dal titolo “Testimonianza a Chicago”, basato sulla deposizione di Allen Ginsberg al processo contro gli organizzatori di una clamorosa protesta nel 1969.

Giornalista pubblicista. Ha collaborato per anni con Teletna, emittente televisiva fondata nel 1976 (prima tv privata italiana riuscita a scardinare il sistema televisivo ufficiale dell’epoca, vincendo la cosiddetta “battaglia dell’etere”), Il Giornale del Sud, (il quotidiano fondato e diretto dal giornalista Giuseppe Fava, poi ucciso dalla mafia), e successivamente Telecolor (a quel tempo al primo posto tra le emittenti televisive siciliane).

Nel 1982  ha fondato e diretto IN.TEA. (Iniziative Teatrali),  che nella stagione 1982/83 ha presentato a Catania un'importante cartellone teatrale che annoverava, tra gli altri, Valeria Moriconi, Carlo Cecchi, il teatro dell’Elfo (all’epoca diretto da Gabriele Salvatores), Peppe Barra, Massimo Mollica e altri importanti interpreti. 

 

Ha realizzato due documentari per conto della RAI (“Bellini, itinerario di un mito”, e Agata tra sacro e profano”), messi in onda da RAI3. Di questi ha scritto testi e sceneggiatura e ha condiviso la regìa con Orazio Ruggeri.

Nel 1997 vince il Premio Servakis per L'Innovazione nella Comunicazione d'Impresa

 

Ha abbinato l’attività giornalistica a quella meramente professionale nell'industria del trasporto aereo sino al 1987, quando è stato trasferito  all’estero, dove ha lavorato per una decina d’anni (Seul, Tokio, New York). Dal 1996 vive a Roma.

 

Per Nulla Die Edizioni ha pubblicato In Sicilia, un'estate (2015)  e  Quel che resta oltre il buio (2017). Per Words Editing, Un respiro di troppo (2019).

Chi sono

© 2015 by Massimo Polimeni. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now